Bandi del Lavoro e della Formazione - Progetto sperimentale rivolto a lavoratori sospesi dall'atttività da imprese artigiane in crisi produttiva torna alla pagina precedente
Il Lavoro e l'Istruzione - Bandi aperti
Bandi aperti

Progetto sperimentale rivolto a lavoratori sospesi dall'atttività da imprese artigiane in crisi produttiva

Ammortizzatori sociali

La Regione, in sede di Commissione regionale di Concertazione, ha promosso un "Progetto sperimentale rivolto a lavoratori sospesi dall’attività da imprese artigiane in crisi produttiva", per complessivi Euro 51.645,69 (100 milioni di lire), finanziato con le risorse assegnate alla Liguria dal Fondo nazionale per l’Occupazione.

Tale progetto si inserisce nel dibattito in corso a livello nazionale, sulla riforma degli ammortizzatori sociali e contiene gli argomenti e le modalità operative evidenziate dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, on.le Maroni, e dal Sottosegretario Sacconi nonché dai recenti accordi sottoscritti in tale ambito a livello nazionale dalle parti sociali dell’artigianato.

Nell’ambito delle competenze attribuite alle Regioni in materia di lavoro, la Liguria , prima Regione in Italia, anticipa i tempi ed affronta le problematiche degli ammortizzatori sociali con interventi concreti e mirati.

Il progetto sperimentale è rivolto a lavoratori interessati da crisi aziendali provenienti da aziende artigiane che non fruiscono di ammortizzatori sociali previsti dalla legge n. 223/91 e prevede veri e propri interventi di politica del lavoro in quanto il contributo non è fine a se stesso, ma è collegato ad un percorso formativo e di reinserimento aziendale.

La realizzazione del progetto è stata affidata all’Eblig, l’Ente bilaterale ligure dell’Artigianato.

Obiettivi e Contenuti principali del progetto:

Sostegno al reddito per crisi produttiva irreversibile per un periodo massimo annuale di 320 ore durante il quale i lavoratori percepiranno, oltre all’indennità di Disoccupazione Ordinaria, prevista dalle leggi nazionali e pari al 40% dell’ultimo salario, ed al riconoscimento della copertura previdenziale figurativa, anche un’ulteriore quota pari al 40% dell’ultimo salario di cui il 20% a carico della Regione ed il restante 20% a carico dell’Eblig.

Sostegno per iniziative finalizzate alla formazione, all’aggiornamento tecnologico ed alla riqualificazione dei lavoratori dichiarati in esubero, nel caso in cui le condizioni di crisi delle imprese siano irreversibili e non consentano il rientro dei lavoratori dopo la sospensione: essi potranno beneficiare di un’ulteriore proroga di 320 ore, finalizzata alla loro riqualificazione, aggiornamento tecnologico e alla formazione professionale, attraverso lo strumento del tirocinio.

In questo caso i lavoratori percepiranno da parte dell’Inps la stessa indennità di cui sopra mentre da parte della Regione sarà loro riconosciuto un sostegno al reddito pari al 40% dell’ultimo salario percepito.

Interventi finalizzati alla ricollocazione dei lavoratori partecipanti ai programmi di riqualificazione attraverso l’inserimento in una specifica banca dati delle imprese artigiane ai fini della successiva trasmissione alle strutture pubbliche e private deputate alla ricollocazione e alla ricerca attiva del lavoro.

Attenzione!
Questa pagina è stata spostata ed è ora raggiungibile sul nuovo
Sito Ufficiale della Regione Liguria

alla Sezione 09. Bandi aperti

Per saperne di più ...