Formazione Professionale - Snellimento delle procedure finanziarie
Il Lavoro e l'Istruzione - Corsi di formazione professionale
Corsi di formazione professionale

Corsi di formazione professionale

Indirizzi concernenti le procedure di spesa dei progetti finanziati nel quadro della programmazione comunitaria FSE 1994-99 per interventi sperimentali tesi allo snellimento delle procedure finanziarie nei rapporti convenzionali tra Amministrazioni Regionale e Provinciali con Enti gestori di attività formativa.

 

LA GIUNTA REGIONALE

 

Vista la legge regionale 52/93 (Disposizioni per la realizzazione di politiche attive del lavoro) modificata e integrata dalla L. R. 37/97, ed in particolare il capo III "della formazione professionale";

Vista la deliberazione del Consiglio Regionale n. 17 del 23 marzo 1999 con la quale è stato approvato il Programma Triennale dei servizi per l’impiego, delle politiche formative e del lavoro 1999-2001;

Considerato che al capitolo 6.2.1 ( criteri di parametrazione dei costi e modalità di gestione) al punto 11 del sopraindicato Programma triennale 1999-2001 è previsto che le modifiche e/o integrazione alle specifiche tecniche o standard operativi che si rendessero necessarie per mutate esigenze del contesto di riferimento sono demandate alla competenza della Giunta Regionale;

Considerato che obiettivo prioritario della Regione Liguria è di massimizzare l’ utilizzo dei fondi comunitari sia in termini di impegno di spesa che in termini di pagamenti;

Considerato che, secondo le vigenti disposizioni comunitarie, il 31 dicembre 2001 rappresenta il termine ultimo per il completo utilizzo dei finanziamenti comunitari relativamente alla programmazione del Quadro comunitario di sostegno 1994-99;

Considerato che il dato di spesa che rileva, ai fini del completo utilizzo dei fondi comunitari entro il termine del 31 dicembre 2001, è l’ importo monetario corrispondente a pagamenti eseguiti dai beneficiari finali intesi come i soggetti realizzatori dell’ attività formativa cofinanziata dal FSE;

Rilevato che di conseguenza il livello a cui occorre far riferimento nella misurazione dei risultati di spesa corrisponde anche all’ anello debole della catena dei flussi finanziari (soggetto attuatore) ed è questo il livello cui è necessario intervenire;

Dato atto che nell’attuale fase di chiusura della programmazione alcuni soggetti attuatori hanno fatto presente alla Regione carenza di cassa tale da obbligarli ad acquisire fidi bancari, al fine di provvedere a tutti i pagamenti entro il termine sopraindicato a pena di inammissibilità dei relativi costi;;

Considerato che il Ministero del Lavoro e della previdenza sociale - consapevole che tale problema ha valenza nazionale - con nota n. 23331/segr del 26 aprile u. s. ha richiamato l’attenzione delle Regioni affinchè le stesse provvedano a rimuovere gli ostacoli che ancora rallentano le procedure di spesa, soprattutto laddove sussistano le condizioni per effettuare i pagamenti entro il termine ultimo del 31/12/2001, invitando le stesse ad anticipare le somme necessarie dietro rilascio di garanzia fidejussoria, per pervenire ad una più elevata performance finale di spesa ed evitare quindi la perdita di risorse finanziarie, in quanto le spese effettuate oltre il 31/12/2001 non sono ammissibili e certificabili alla Commissione Europea e al Ministero;

Posto che pertanto si rende necessario adottare misure che consentano uno snellimento delle procedure regolanti i rapporti tra le Pubbliche amministrazioni ed i soggetti attuatori soprattutto dal punto di vista dei flussi finanziari;

Posto che si ritiene necessario, in via straordinaria ed eccezionale e limitatamente alla programmazione 1994-99, intervenire con indirizzi alle Province finalizzati allo snellimento delle procedure ed all’incremento delle erogazioni finanziarie agli enti gestori, dovute in conseguenza di convenzioni stipulate per la gestione di attività formativa di cui alla programmazione 1994-99;

Ritenuto a tal fine di dettare le seguenti modalità attuative, da sperimentarsi per l’attività finanziata a carico del periodo di programmazione 1994-99:

- L’Amministrazione Regionale ovvero Provinciale può anticipare la quota a saldo, sulla base di specifica richiesta presentata dai soggetti attuatori, corredata di una rendicontazione dettagliata sui progetti realizzati e sulle risorse finanziarie necessarie per chiudere le procedure di pagamento entro il 31/12/2001. Detto anticipo sarà erogato sulla base di garanzia fidejussoria bancaria o assicurativa»;

Dato atto che le Amministrazioni pubbliche interessate dovranno prevedere adeguate clausole di salvaguardia nei confronti degli Enti gestori cui saranno rivolte le procedure di cui al punto precedente, quali:

- ripetizione immediata di eventuali spese riconosciute non ammissibili in sede di verifica rendicontuale,

Su proposta dell’ Assessore Guido Bonino incaricato del Servizio Politiche attive del Lavoro

 

DELIBERA

1 - di adottare, per le motivazioni esposte in premessa, misure che consentano uno snellimento delle procedure regolanti i rapporti tra Pubbliche amministrazioni ed i soggetti attuatori soprattutto dal punto di vista dei flussi finanziari;

2 - di dare altresì indirizzi alle Province, relativamente alla programmazione 1994-99, per l’avvio di interventi tesi a snellire le procedure e incrementare le erogazioni finanziarie agli Enti gestori, dovute in conseguenza di convenzioni stipulate per la gestione di attività formativa di cui alla programmazione 1994-99;

3 - di dettare le seguenti modalità attuative:

- L’Amministrazione Regionale ovvero Provinciale può anticipare la quota a saldo, sulla base di specifica richiesta presentata dai soggetti attuatori, corredata di una rendicontazione dettagliata sui progetti realizzati e sulle risorse finanziarie necessarie per chiudere le procedure di pagamento entro il 31/12/2001. Detto anticipo sarà erogato sulla base di garanzia fidejussoria bancaria o assicurativa»;

4 - di dare atto che le Amministrazioni Pubbliche interessate dovranno prevedere adeguate clausole di salvaguardia nei confronti degli Enti gestori cui saranno rivolte le procedure di cui al punto 3 quali:

- ripetizione immediata di eventuali spese riconosciute non ammissibili in sede di verifica rendicontuale,

Attenzione!
Questa pagina è stata spostata ed è ora raggiungibile sul nuovo
Sito Ufficiale della Regione Liguria

alla Voce 9. Snellimento delle procedure finanziarie della Sezione 03. Formazione Professionale

Per saperne di più ...