Image85.gif (10329 byte) Image86.gif (30278 byte) Logor.gif (6645 byte)

INVITO A PRESENTARE CANDIDATURE PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI UN PROGETTO INTEGRATO A FAVORE DI PERSONALE FUORIUSCITO DAL SISTEMA FORMATIVO.

1. PREMESSA

Il presente invito è finalizzato alla presentazione di un progetto esecutivo di realizzazione e gestione di un processo integrato di interventi a favore di personale fuoriuscito dal sistema formativo ligure.

Ha quale base normativa e procedurale:

- il Programma operativo della Regione Liguria (di seguito denominato POR) ob. 2 – FSE 2000-2006, approvato dalla Commissione Europea con decisione n. C(2000)2072 del 21 settembre 2000;

- il Complemento di Programmazione ob. 3 – 2000.2006, approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 1261 del 22/11/2000, validato dal Comitato di Sorveglianza ob. 3 della Regione Liguria nella seduta del 23/24 novembre 2000;

- l’accordo quadro tra la Regione Liguria, le Province e le OO.SS., approvato e ratificato dalla Giunta Regionale con provvedimento n. 1500 del 28/12/2000;

- il documento, parte integrante del presente invito, approvato dalla Commissione regionale di concertazione ex art. 5 l.r. 27/98, nella seduta del 11 aprile 2001.

2. Caratteristiche progettuali, destinatari, durata, piano finanziario

2.1 Caratteristiche progettuali

Il soggetto realizzatore dovrà nell’attuazione del progetto integrato:

- "analizzare" le competenze professionali dei singoli operatori al fine di indirizzare gli stessi verso le misure di accompagnamento individuate;

- accompagnare gli operatori nel percorso di ricollocazione sul mercato del lavoro;

- ricercare le imprese per la collocazione in tirocinio/inserimento lavorativo;

- essere tramite per l’erogazione degli aiuti all’occupazione ed alla creazione di impresa previsti.

Il progetto dovrà pertanto presentare le caratteristiche di "progetto integrato" prevedendo contestualmente la realizzazione di una pluralità di attività/azioni.

In sintesi dovrà contenere diverse tipologie di interventi, come previsto dal documento allegato, che definiscano una filiera logica e sequenziale, quale ad esempio:

- bilanci di competenze

- percorsi di outplacement

- assistenza ed azioni di accompagnamento verso l’inserimento nel mercato del lavoro anche tramite creazione di nuove imprese.

L’integrazione deve essere coerente e funzionale alla natura del progetto e dei destinatari.

2.2. Destinatari

I destinatari del progetto sono gli operatori fuoriusciti dal sistema formativo.

Stima di utenza potenziale : 70 utenti.

2.3 Durata del progetto

Il progetto dovrà concludersi entro 12 mesi dall’assegnazione.

2.4 Piano finanziario

I costi riconosciuti saranno quelli previsti dal documento ed in particolare le voci di spesa relative all’attività di preparazione, assistenza, consulenza e tutoraggio.

3. Soggetti proponenti

Possono partecipare al presente invito: Imprese, Enti in possesso, a pena di inammissibilità, di comprovata esperienza almeno quinquennale nei processi di assistenza a situazioni di crisi aziendale con sviluppo di progetti di accompagnamento e riposizionamento sul mercato di personale fuoriuscito dal sistema produttivo.

Il soggetto proponente dovrà garantire l’assistenza ed operatività su base regionale.

Il soggetto proponente dovrà accettare il "rischio di impresa" nei termini di ragguaglio del corrispettivo richiesto al risultato raggiunto.

4. Modalità e termini per la presentazione

I progetti di cui al presente Invito dovranno essere presentati alla Regione entro 30 gg. dalla data di pubblicazione di un estratto su un quotidiano a diffusione locale.

I progetti, in regola con le vigenti normative sul bollo, dovranno essere firmati dal legale rappresentante del soggetto proponente o da un suo delegato.

I progetti dovranno pervenire in busta chiusa recante a margine la dicitura "Progetto integrato a favore di personale fuoriuscito dal sistema formativo" entro la data sopra indicata, al Protocollo Generale della Regione Liguria – e dovranno essere indirizzati a: Regione Liguria – Servizio Politiche Attive del Lavoro – Via Fieschi 15 (sede legale) – 16121 Genova.

Per i progetti pervenuti a mezzo posta ai fini del rispetto del termine di cui sopra, farà fede la data del timbro postale di spedizione se inviati tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

5. Modalità e criteri per l’individuazione del soggetto realizzatore

L’affidamento dell’incarico di realizzare e gestire il "Progetto integrato a favore di personale fuoriuscito dal sistema formativo" sarà a favore del soggetto che avrà presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base dei seguenti criteri:

Max 60 punti per la qualità dell’offerta tecnica da attribuire come segue:

- valenza della proposta max 40 punti

- modalità organizzative max 15 punti

. sistema di misurazione della qualità max 5 punti

 

Max 40 punti per l’offerta economica da attribuire come segue:

- prezzo dell’offerta max 25 punti

- dettaglio tipologia di spese max 5 punti

- congruità dei costi max 10 punti

La valutazione tecnico-economica delle offerte progetto sarà effettuata da un gruppo di valutazione appositamente costituito.

Si procederà alla valutazione ed assegnazione dell’incarico anche in presenza di una sola offerta progetto, semprechè sia ritenuta congrua e conveniente.

 

ESTRATTO DEL

DOCUMENTO APPROVATO IN

COMMISSIONE REGIONALE DI CONCERTAZIONE

EX ART. 5 L.R. 27/98

DEL 11 APRILE 2001

(allegato – parte integrante dell’ "Invito a presentare candidature per la realizzazione e gestione di un progetto integrato a favore di personale fuoriuscito dal sistema formativo".)

 

PROGETTO INTEGRATO A FAVORE DI PERSONALE FUORIUSCITO DAL SISTEMA FORMATIVO.

1. Misure di accompagnamento e riposizionamento sul mercato del personale.

Risorse utilizzabili POR ob. 3 - asse A - misure A2 e A3 (tenuto conto dell’intervento preventivo o curativo) C1 e D3.

 

1.1. AIUTI ALL’OCCUPAZIONE/incentivi ad imprese che assumono a tempo indeterminato

1.1.1 Incentivi per l’assunzione di adulti ultratrentenni

9 milioni a persona - analogamente all’azione di aiuto all’occupazione per disoccupati ultraquarantenni prevista dal Programma Triennale - con un massimale per ogni singola impresa pari a L. 46.800.000=.

L’aiuto è concesso nei limiti del regime "de minimis".

 

1.2 MOBILITA’ GEOGRAFICA ASSISTITA

La Regione al fine di sostenere e facilitare la prima fase di permanenza dei soggetti interessati ad una mobilità (non inferiore a 50 Km.) sul territorio regionale o fuori regione interviene con un massimo di L. 850.000= al mese per ciascun soggetto coinvolto per non più di 12 mesi per contribuire alla ricerca di alloggio, spese trasporto.

L’erogazione è subordinata alla presentazione di un progetto "mobilita’ geografica" ed alla validazione dello stesso.

1.3 TIROCINI GUIDATI IN IMPRESA

Lavoro di preparazione e assistenza del tutor 22 ore per utente in fase di avvio, 18 ore per utente a regime.

Costo orario = L. 100.000

Costo per servizio erogato in avvio L. 2.200.000

Costo per servizio erogato a regime L. 1.800.000

Costo dell’aiuto al destinatario L. 600.000/mese

Incrementabili sino a 850.000 con i finanziamenti del fondo per l’occupazione

1.4 CONSULENZA / TUTORAGGIO PER PERCORSI DI OUTPLACEMENT

Elaborazione progetto professionale

Colloqui individuali e di gruppo 6 ore

LAVORO DI PREPARAZIONE 6 ore

TOTALE 12 ore

Costo orario = 100.000

Costo per servizio erogato 1.200.000

Costo per persona assunta a tempo indeterminato 5.000.000

1.5 AIUTI ED INCENTIVI ECONOMICI (premi, azioni di tutoring) ad azioni di accompagnamento per supportare la creazione di impresa, l’autoimprenditorialità ed il lavoro autonomo

L’erogazione avviene previo superamento della validazione del business-plan

Aiuti ed incentivi economici = L. 9.250.000/piano

Azioni di tutoring fino ad un massimo di 72 ore = L. 5.200.000/piano

Gli aiuti, gli incentivi e il tutoring sono concessi nei limiti del regime " de minimis".

Le misure sopradescritte trovano finanziamento ed incremento di dotazione finanziaria nelle risorse del Fondo per l’occupazione così come deciso dalla Commissione Regionale di Concertazione nella seduta del 6 marzo 2001.